Associazione Silvia Procopio
OncoGinecologia.net
Reumatologia
Ematologia.net

Effetti della riduzione del sodio e della dieta DASH in relazione alla pressione arteriosa basale


Sia la riduzione del sodio che la dieta DASH ( Dietary Approaches to Stop Hypertension ), una dieta ricca di frutta, verdura, latticini a basso contenuto di grassi e con ridotto contenuto di grassi saturi e colesterolo, abbassano la pressione sanguigna.
Gli effetti separati e combinati di questi interventi dietetici in relazione alla pressione arteriosa al basale non sono stati ancora riportati.

Sono stati confrontati gli effetti di un basso contenuto di sodio rispetto ad un alto, DASH rispetto al controllo, ed entrambi ( basso livello di sodio-DASH versus diete di controllo ad alto contenuto di sodio ) sulla pressione arteriosa sistolica in base alla pressione al basale.

Nello studio DASH-Sodium ( Dietary Patterns, Sodium Intake and Blood Pressure ), gli adulti con pre-ipertensione o ipertensione in stadio 1 e che non facevano uso di farmaci antipertensivi sono stati randomizzati a DASH o a una dieta di controllo.

In entrambe le diete, i partecipanti hanno ricevuto ciascuno 3 livelli di sodio ( 50, 100 e 150 mmol al giorno a 2.100 kcal ) in ordine casuale per 4 settimane separate da pause di 5 giorni.
Gli strati di pressione sistolica al basale erano 130, da 130 a 139, da 140 a 149 e uguale o superiore a 150 mm Hg.

Su 412 partecipanti, il 57% era di sesso femminile e il 57% era di razza nera; l'età media era di 48 anni e la media pressione sistolica / pressione diastolica era di 135/86 mm Hg.

Nel contesto della dieta di controllo, la riduzione del sodio ( da alta a bassa ) è stata associata a differenze medie di pressioen sistolica di -3.20, -8.56, -8.99 e -7.04 mm Hg tra i rispettivi strati di pressione sistolica basali elencati ( P per trend=0.004 ).

Nel contesto dell’alta quantità di sodio, il consumo di DASH rispetto alla dieta di controllo è stato associato a differenze medie di pressione sistolica di -4.5, -4.3, -4.7 e -10.6 mm Hg, rispettivamente ( P per trend=0.66 ).

Gli effetti combinati della dieta a basso contenuto di sodio-DASH rispetto alla dieta ad alto contenuto di sodio-controllo su pressione sistolica sono stati -5.3, -7.5, -9.7 e -20.8 mm Hg, rispettivamente ( P per trend minore di 0.001 ).

In conclusione, la combinazione di una riduzione dell'apporto di sodio e della dieta DASH ha abbassato la pressione sistolica in tutta la gamma di pre-ipertensione e ipertensione di stadio 1, con riduzioni progressivamente maggiori a livelli più alti di pressione sistolica al basale.
Le riduzioni di pressione sistolica negli adulti con più alti livelli di pressione sistolica ( 150 mm Hg e oltre ) sono state sorprendenti e hanno rafforzato l'importanza sia della riduzione del sodio che della dieta DASH in questo gruppo ad alto rischio. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare gli effetti di questi interventi tra gli adulti con pressione sistolica uguale o superiore a 160 mm Hg. ( Xagena2017 )

Juraschek SP et al, JACC 2017; 70: 2841-2848

Cardio2017 Nutri2017



Indietro